SPLIT PAYMENT – Scissione dei pagamenti

Decreto Legge 16 ottobre 2017, n. 148

Estensione dello split-payment ai Consorzi di Bonifica

Si comunica che, con l’entrata in vigore del Decreto legge 16 ottobre 2017, n. 148, c.d. decreto fiscale, è stato esteso il meccanismo dello split-payment anche ai Consorzi di Bonifica.

Il meccanismo dello Split payment è efficace nei confronti del Consorzio di Bonifica Navarolo a far tempo dal 21.02.2018, data di inclusione del Consorzio negli elenchi del Dipartimento delle Finanze del MEF.

Si comunica pertanto a tutti i fornitori (compresi i professionisti) che, a fare tempo dalla data sopra evidenziata, sarà necessario modificare la modalità di fatturazione adeguandola alla nuova normativa con la seguente modalità:

  1. Riportare la dicitura “iva da versare a cura del cessionario/committente ai sensi dell’art. 17-ter del DPR 633/72” apponendo l’annotazione “scissione dei pagamenti
  2. Esporre l’aliquota e l’ammontare dell’IVA dovuta che non sarà più corrisposta al fornitore ma sarà pagata direttamente all’Erario da parte del Consorzio.

I documenti con data di emissione dal 21.02.2018 non conformi alle disposizioni riportate ai soprascritti punti 1 e 2 non potranno essere registrati e pagati.

Il Decreto Dignità (D.L. n. 87/2018), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 13 luglio 2018, prevede l’abolizione del meccanismo dello split payment in relazione alle prestazioni che sono rese dai professionisti nei confronti della Pubblica Amministrazione, i cui compensi sono soggetti a ritenute alla fonte a titolo d’imposta e a titolo d’acconto fuoriescono dalla disciplina della “scissione dei pagamenti” i professionisti, in qualità di soggetti residenti i cui compensi sono assoggettati a ritenuta a titolo d’acconto; ne restano invece compresi gli agenti, i mediatori e i rappresentanti, le cui provvigioni scontano la ritenuta d’acconto.

Pertanto, i documenti emessi dopo il 14 luglio 2018 (data di entrata in vigore del “decreto dignità”) dalle categorie sopra descritte, riprenderanno la normale procedura di fatturazione.

Si informa infine che il Consorzio, ad oggi, non è soggetto a fatturazione elettronica.

Il Servizio Ragioneria del Consorzio rimane a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.