Restauro Argine Bogina

Il paesaggio rurale del comprensorio è caratterizzato da una scarsa presenza di alberature, che rappresenterebbero un ostacolo alla riconfigurazione dei fondi, soprattutto in quei pochi casi in cui le aziende agricole assumono dimensioni di qualche rilevanza.

Nell’insieme si presenta abbastanza uniforme, salvo alcune zone di particolare interesse naturalistico: prevalgono senz’altro le colture cerealicole; in alcune zone si presenta una concentrazione di coltivazioni orticole da tavola (Comuni di Martignana di Po e Gussola), in altre si rileva una presenza elevata di serre provvisorie per la coltivazione dei meloni e dei cocomeri (Comuni di Casteldidone e Viadana); un poco dovunque è diffusa la coltivazione del pomodoro da industria ed in particolare nella zona centrale del comprensorio, favorita dalla presenza di un’impianto per la produzione di conserve alimentari; recentemente sta prendendo piede anche la coltivazione del girasole, sia pure in misura molto marginale.

Il Canale Ceriana in prossimità dell’abitato di San Matteo delle chiaviche
Il melone di Viadana
Veduta del canale Navarolo a Commesssaggio, con il ponte in barche ed il Torrione Gonzaghesco
Pioppi e Mais. Un connubio tipico della zona

Le piantumazioni d’alto fusto sono relegate lungo qualche corso d’acqua e solo nella zona rivierasca del Po e dell’Oglio, in zona golenale, si può rilevare la coltivazione del pioppo.

I frutteti rappresentano elementi assai rari del paesaggio agricolo e persino i vigneti, un tempo assai diffusi, oggi ricoprono un interesse molto marginale.

Non ci sono immagini in questa galleria.